Pericolo di disturbare la ventilazione, il riscaldamento e la deumidificazione della piscina

Pericolo di disturbare la ventilazione, il riscaldamento e la deumidificazione della piscina
Pericolo di disturbare la ventilazione, il riscaldamento e la deumidificazione della piscina

Oggigiorno, quasi nessuna casa di campagna prestigiosa è priva di una piscina. Non è solo uno status symbol, ma anche un aiuto per mantenersi in forma, rilassarsi e fare attività acquatiche in un momento conveniente. Un analfabeta, secondo gli antichi greci, non può né nuotare né leggere. Le persone nei tempi antichi erano consapevoli del valore del nuoto per la salute fisica. Di conseguenza, sempre più proprietari di immobili rurali scelgono di installare una moderna piscina chiavi in mano.

curva di riscaldamento dell acqua

Sia le piscine individuali che quelle pubbliche sono popolari. In ogni caso, prima di iniziare la costruzione, bisogna prendere in considerazione una serie di fattori, tra cui le dimensioni della piscina, forse volete la piscina più grande del mondo, il suo tipo, la disponibilità di attrazioni e così via. Per la persona media, una moderna piscina artificiale non sembra altro che una grande ciotola d'acqua in cui si può nuotare quanto si vuole. In effetti, è una struttura complessa con molti sistemi tecnici moderni, tra cui la circolazione, il filtraggio e la purificazione dell'acqua.

Se la piscina è chiusa, bisogna occuparsi della ventilazione, del riscaldamento e della deumidificazione della stanza. Vale la pena notare che anche una sola delle suddette malattie potrebbe essere estremamente scomoda e persino pericolosa per la salute. È anche importante considerare la termoregolazione del corpo, poiché frequenti oscillazioni potrebbero portare a risultati sfavorevoli. La temperatura più confortevole nelle case di periferia è da 2 a 3 gradi sopra la temperatura dell'acqua, che è in media intorno ai 28 gradi Celsius.

Quando si progetta una piscina, bisogna tenere a mente l'asciugatura dell'aria interna. Se questo viene ignorato, l'umidità raccolta gocciolerà occasionalmente dal soffitto, le finestre si appanneranno e le pareti crolleranno a causa dell'alta umidità. Di conseguenza, la durata di vita della vostra piscina si riduce significativamente, e sopravviverà solo poche stagioni prima di richiedere riparazioni estese.

Un'acqua pulita della piscina è una componente altrettanto cruciale per un relax rilassante. E non stiamo parlando solo di pulizia esteriore, ma anche di pulizia a livello molecolare. Ci sono diverse procedure di pulizia efficaci oggi disponibili, la più moderna delle quali è la terapia UV.

Non è inferiore ai prodotti chimici per piscine, che sono anche all'avanguardia delle tecniche di pulizia oggi. Qual è la principale minaccia rappresentata dai microrganismi nell'acqua? In verità, la stragrande maggioranza di essi è totalmente sicura, ma anche se il pericolo di malattia è basso, si dovrebbe evitare. Un'alta concentrazione di microrganismi nell'acqua può indurre torbidità e, con essa, la produzione di melma. I prodotti chimici disponibili oggi contrastano con successo vari contaminanti nell'acqua, assicurando che sia cristallina e sicura per farci il bagno.

Chi ha inventato i sistemi di ventilazione e perché?

Gli antichi egizi conclusero che grandi concentrazioni di polvere erano la radice delle malattie, e cominciarono a costruire impianti di produzione con pareti che non ostacolavano il libero flusso dell'aria. Su internet si può imparare di più sulla storia della ventilazione e del condizionamento dell'aria.

La gente si rese conto durante il Medioevo che l'aria in una camera confinata può diffondere malattie tra coloro che si trovano nella stessa stanza. Nel 1600, il re Carlo d'Inghilterra rese illegale costruire strutture con soffitti alti meno di 10 piedi, e le finestre dovevano essere più alte che larghe. Questa strategia potrebbe aiutare a ridurre la quantità di fumo in una casa e il numero di persone avvelenate dal monossido di carbonio.

La ricerca scientifica che cercava di stabilire la composizione dell'aria contaminata dal fumo iniziò nel XVII secolo. Antoine Lavoisier, un chimico francese, non identificò le particelle dannose per gli esseri umani come anidride carbonica fino a un secolo dopo, nel 1775, durante la sua indagine sulla composizione di ossigeno e anidride carbonica dell'aria in stanze affollate. Alla fine giunse alla conclusione che gli effetti nocivi sulla salute umana erano causati da un eccesso di anidride carbonica piuttosto che da una mancanza di ossigeno. Thomas Tredgold, un ingegnere minerario, calcolò per la prima volta nel 1836 le specifiche per il volume minimo necessario di una stanza, che erano 7,2 m3 per persona. I medici raccomandavano 50 m3 di spazio per individuo sulla base di questa ricerca.

Pericolo di disturbare la ventilazione, il riscaldamento e la deumidificazione della piscina
Sistemi innovativi di riscaldamento domestico
sistemi di riscaldamento
Test 2 dasdasd
Test 1